Medico chirurgo
Esperto e Consulente in Medicina ad Indirizzo Estetico
Nutrizionista

 

RUGHE
 

  Le principali manifestazioni dell'invecchiamento cutaneo sono rappresentate dalla perdita di elasticità e di turgore dovuto, con l'età, ad un progressivo impoverimento di alcuni principali costituenti del derma: l'acido ialuronico, le fibre collagene e l'elastina.
La conseguente perdita d'idratazione e di tono fa sì che la pelle diventi gradualmente incapace di adattarsi ai movimenti muscolari della mimica facciale e si assiste quindi alla comparsa delle rughe.
Tipiche rughe sono i solchi naso-genieni (che dalle ali del naso scendono verso gli angoli della bocca), le piccole rughe del labbro superiore o inferiore, generalmente riempite con l'Acido ialuronico.
Sempre i solchi naso-genieni, gli angoli inferiori della bocca, le depressioni e la perdita di tono che si manifestano con l'età nell'area delle guance o degli zigomi possono invece essere trattate mediante infiltrazioni di Acido polilattico.
Le rughe della fronte o quelle che possono contornare gli occhi, le cosiddette “zampe di gallina”, a differenza delle precedenti traggono invece notevole beneficio dall'iniezione della Tossina botulinica dal momento che si tratta di rughe più facilmente soggette alle sollecitazioni della mimica facciale.
Le rughe localizzate a livello del collo “collare di venere” possono essere efficacemente attenuate attraverso periodiche sedute di Biorivitalizzazione con soluzioni a base di acido ialuronico puro e complessi multi-vitaminici.
Accanto alla possibilità d'utilizzare prodotti domiciliari specifici in grado di riequilibrare i costituenti del derma, la medicina estetica consente oggigiorno di ritardare i processi d'invecchiamento della pelle, agire efficacemente sulle rughe e ridonare freschezza al viso attraverso trattamenti mirati.

Trattamenti estetici consigliati: Maschere rivitalizzanti, massaggio meccanico o manuale.
Trattamenti domiciliari consigliati: L'importanza di una corretta cura della pelle è fondamentale per mantenerne nel tempo un aspetto fresco e riposato. È ormai ben noto l'effetto negativo delle radiazioni solari e delle lampade abbronzanti sulla pelle, in quanto capaci di accelerarne in modo impressionante l'invecchiamento. Come prima regola al mattino, dopo una pulizia con prodotti non aggressivi, è necessario applicare una crema idratante, in grado di aumentare la capacità della pelle di trattenere acqua all'interno del suo spessore. È importante inoltre applicare una crema con un elevato potere di protezione solare prima di esporsi al sole, soprattutto quando si ha la pelle chiara.
La maggior parte delle persone ritiene che ci si debba proteggere dalle radiazioni solari solo in estate, senza sapere che le radiazioni ultraviolette (UVA ed UVB) sono pericolose anche in inverno. Un'altra errata convinzione è quella che dopo avere applicato una crema altamente protettiva non ci si abbronzi; al contrario!! ci si abbronza ugualmente, anche se dopo qualche giorno in più... con il vantaggio che l'abbronzatura dura più a lungo.
Dal momento che i processi riparativi della pelle avvengono nel corso della notte, la sera, dopo un'accurata pulizia, sarà importante applicare una crema ristrutturante, ricca in elementi nutritivi.

Trattamenti medico-estetici consigliati:
Filler
Tossina botulinica
Acido Polilattico
Biorivitalizzazione
Peeling all'Acido Mandelico-Tiolattico
Peeling all'Acido Mandelico-Piruvico
Peeling all'Acido Mandelico-Tricloroacetico
Yellow peel