Medico chirurgo
Esperto e Consulente in Medicina ad Indirizzo Estetico
Nutrizionista

 

LA TOSSINA BOTULINICA
 

La tossina botulinica (Botox ®, Vistabex ®) è un farmaco sempre più utilizzato in medicina ed in chirurgia estetica per ridurre ed attenuare quelle rughe d'espressione causate da un uso continuo dei muscoli mimici della porzione superiore del viso: corrugare la fronte e le sopracciglia, arricciare il naso, avere un'espressione sempre corrucciata e preoccupata.
È costituito dalla forma purificata della tossina botulinica di tipo A, la cui iniezione in piccole quantità ed in punti specifici del viso, all'interno dei muscoli da cui originano le rughe d'espressione da eliminare, provoca il blocco dell'impulso nervoso a tali muscoli.
Non si tratta di una paralisi completa muscolare, ma solo di una temporanea riduzione della capacità di contrazione, efficace per avere un aspetto più rilassato e giovane del viso, che continua a mantenere la sua espressività.
Secondo le indicazioni classiche è quindi possibile attenuare le rughe orizzontali della fronte, le rughe glabellari tra le sopracciglia e le “zampe di gallina” attorno agli occhi.
Un altro utilizzo interessante è quello del trattamento efficace dell'iperidrosi (eccessiva sudorazione) mediante piccole infiltrazioni sottocutanee a livello del cavo ascellare, della regione palmare e plantare.
Il trattamento con la tossina botulinica è ambulatoriale, senza ricovero, senza anestesia e dura 15-20 minuti.
Il farmaco viene iniettato mediante una piccola siringa ed un ago molto sottile in piccole quantità in punti specifici del viso.
L'effetto distensivo sulle rughe si rende visibile dopo circa sette giorni dalla seduta e permane generalmente, a seconda dei soggetti, dai quattro ai sei mesi.
Sono molto rare le reazioni allergiche, segnalate in quei soggetti allergici alle proteine dell'uovo.
Occasionalmente possono verificarsi dei lividi a livello delle sedi d'infiltrazione che comunque tendono a riassorbirsi in pochi giorni.
È importante aver cura, dopo il trattamento, di non strofinare il viso per qualche ora e di non esporsi per alcuni giorni a: sole, lampade abbronzanti, calore della sauna, temperature rigide.
Tra le controindicazioni assolute vanno considerate la gravidanza ed i problemi neuromuscolari come la miastenia gravis e le dermatomiositi.
Tra le controindicazioni relative vanno invece considerate: il diabete,l'alcolismo, le alterazioni della coagulazione (sospensione di anticoagulanti ed antiaggreganti da almeno 7 giorni), stati infettivi in atto e l'uso di miorilassanti.